Apprendimento informale e serendipity

Alcune riflessioni in relazione ad insegnamento ed apprendimento.

Siamo abituati a considerare l’insegnamento connesso con momenti formali, anzi molto spesso siamo portati a ritenere che più formale è momento, maggiore sia il livello qualitativo dell’insegnamento.

 

In realtà sappiamo bene che le occasioni in cui il nostro apprendimento si rivela particolarmente soddisfacente sono quelle che avvengono attraverso l’azione diretta e questo si verifica in contesti che generalmente non sono quello d’aula, o almeno quello d’aula tradizionale.

 

Si parla di apprendimento informale, quando si fa riferimento all’apprendimento che  avviene appunto al di fuori delle aule e delle strutture formalmente preposte ad ospitare i processi di insegnamento-apprendimento.

L’apprendimento avviene in modo particolarmente efficace nelle situazioni, generalmente informali, ove vi siano molti flussi di relazione, ove avvengano molte interazioni fra le persone.

 

Queste interazioni non sono prefissate, ma avvengono tanto più e tanto meglio quanto maggiore è la serendipity dei soggetti che vi sono coinvolti, ovvero la curiosità, la voglia di valorizzare il sapere che si può dare agli altri e ricevere dagli altri.

Perché ciò avvenga è importante si riconosca, in prima battuta a se stessi, il valore dell’apprendimento informale e si cerchino e sviluppino spazi – luoghi e tempi – che favoriscano lo sviluppo di questa attività

 

Il blog, come punto e momento di incontro e di relazione aperta, può essere uno di questi spazi, una di queste abitudini.

Sul blog ci puoi andare per leggere delle cose che ti interessano, e ricevi tot; ma ci puoi andare anche per incontrare e conoscere altre persone, e ricevi tot2. Sta a te decidere quanto ti vuoi aprire, “scoprire” agli altri; quanto hai voglia di dare e quanto sei pronto a ricevere.

 

Quanto ti interessa fare conversazione con altre persone, disponibile a ricevere da essi domande e a fare loro domande.

Teemu Arina, giovane professore finlandese esperto in tematiche legate all’apprendimento informale, afferma:

Stiamo tornando ai tempi antichi della conversazione in stile platonico, il che significa avere conversazioni con persone che ti aiutano a far scaturire le tue idee facendoti le domande giuste.

 

Ciao, a presto. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...