Tra credere e sapere c’è una bella differenza

Accade sovente di avere una certa percezione di ciò che accade e su questo fare ipotesi, decidere, agire.
Tutto in buona fede, nella massima serietà.

Almeno fino a prova (oggettiva) contraria.

Questo è ciò che accade, in uno studio o in un’impresa, quando vengono introdotti strumenti oggettivi di rilevazione delle attività svolte. Diviene immediatamente evidente, allora, come la verifica dell’attività svolta presenta generalmente differenze abissali tra il rilevato ed il percepito, soprattutto per quanto concerne ad esempio le attività ripetitive, quali la gestione di dati, gli invii telematici, ecc.

Prendere definitiva consapevolezza di quanto sia oggi importante possedere dati oggettivi su cui costruire le informazioni che poi saranno alla base della presa di decisioni, costituisce una grande conquista, alla quale conseguono ad esempio preventivi più mirati, formulati individuando anche scaglioni di prezzo coerenti con il tempo dedicato.

Diviene inoltre possibile spiegare ai clienti come lavorare meglio ed evitare costi amministrativi inutili e perdite di tempo.

Grazie per l’attenzione!

Annunci

3 thoughts on “Tra credere e sapere c’è una bella differenza

  1. Andrea, buona serata. Lo sconforto che deriva leggendo – per le prime volte – tre dati relativi alle ore è sconvolgente. Mi riferisco a ore: pagate da cedolino – registrate sul gestionale (dal 50% al 105% ???) – addebitate ai Clienti ………….. tu sai a cosa mi riferisco ma tanti Colleghi sono all’oscuro di questi importantissimi parametri che risultano vitali per la sopravvivenza di uno studio.
    Ciao
    Claudio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...