Chi sei davvero?

Buongiorno Dr. Pozzatti,
l’altra volta si è soffermato sul valore della resilienza ed ora si occupa dell’importanza di andare oltre le abitudini ……… complimenti per la sua visione che partendo da una profonda saggezza e consapevolezza ( anche di taglio psicologico ) integra e sviluppa al meglio le tematiche relative alla organizzazione del lavoro e di come si può lavorare meglio.
Per quanto mi riguarda ho imparato a mie spese che si fa per quello che si è appreso e quindi se non sei stato fortunato ripeti le cose sbagliate che hai visto fare………… mi viene ancora da citare il buon Gaber e il verso di quella canzone ” mi guardo dal di fuori come fossimo due persone ” ………… Rispetto alla necessità di andare oltre alle proprie abitudini ci sono arrivato faticando non poco anche se sono consapevole che è un lavoro su se stessi che non finisce mai o quasi. ( Parlo almeno per me ).
Ancora complimenti ………………….. mi trova compartecipe e riconoscente per gli spunti che continua a produrre.
Buona giornata.

Conoscersi è davvero importante.
Conoscere se stessi significa conoscere le proprie abitudini e, se  necessario, avere la voglia di modificarle, sforzandosi di sostituire le cattive con altre, migliori.
Temperamento e ambiente, è vero, condizionano non poco; ma non del tutto.
C’è sempre uno spazio per la volontà, che, attraverso consapevolezza, metodo, tenacia e qualche “trucco” può riuscire a cambiare le cose, non solo per il bene della persona, ma anche di coloro che la circondano stabilmente, dipendenti o familiari che siano.
Spesso si indulge in comportamenti poco produttivi e, pur essendone pienamente convinti, non si riesce a schiodarsi da essi.
Ad esempio: “Quando sono giù di morale mi consolo mangiando più del necessario . Ma quando mangio più del necessario poi mi deprimo.” Quindi?!?!
Quanto più decidi di non delegare ad altri la responsabilità delle tue scelte, tanto più lavorare sulle abitudini ricorrenti (ciò che fai ogni giorno) diventa davvero importante.
Certo, ci vuole pazienza e costanza, sapendo che non tutti reagiamo nello stesso modo (c’è chi riesce a mangiare un quadratino di cioccolato al giorno; io invece, se apro la confezione…), ma la goccia tenacia scava la pietra (e cambia le abitudini).
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...